Come fai a parlare di Logistica senza pensare ai colli?

Come fai a parlare di Logistica senza pensare ai colli?

Come puoi pensare di organizzare il magazzino senza sapere come sono fatte le confezioni dei tuoi prodotti?

E come fai a pensare solo alle tue esigenze di spazio senza tenere presente le altre esigenze della confezione?

La confezione deve soddisfare diversi requisiti e non può essere decisa “solo” dalla logistica, ma “anche” dalla stessa.

La confezione del prodotto “dovrebbe” (uso il condizionale per ovvie ragioni) essere definita, insieme, da più reparti insieme.

Il Marketing deve decidere la grafica, la praticità d’uso del consumatore, e molti altri fattori; ma non può decidere in autonomia di fare delle confezioni che non siano rispettose delle richieste del reparto commerciale, che magari vuole delle confezioni “vendibili” oppure ancor di più del reparto logistico che purtroppo si deve preoccupare, di eseguire tutte le richieste e di soddisfare tutte le esigenze o perlomeno, di mediare tra soddisfazione ed eseguibilità.

In Puglia, c’è un’azienda di produzione di packaging che offre ogni giorno, la sua competenza, per far ottenere risultati eccellenti ai suoi committenti; l’azienda  ha fatto della discrezione e del duro lavoro quotidiano la sua unica filosofia.

IMG_2741_2

IMG_2743Cartonpack, produce packaging per il settore agroalimentare e propone, prevalentemente, soluzioni personalizzate per il confezionamento di frutta, verdura, ma anche biscotti, taralli, pasta, e tantissimi altri prodotti.

I suoi numeri sono in assoluta controtendenza, rispetto all’andamento dell’economia Italiana degli ultimi anni, visto che è cresciuta di oltre il 15% ogni anno negli ultimi 5 anni e che ha una quota di export in forte crescita e noi siamo fieri di essere stati al loro fianco in questi anni.

Oggi l’azienda conta su 240 dipendenti.

Che dire? Si rimane senza parole, a fare un giro nell’immenso stabilimento!

Macchine per la formatura delle scatole di plastica enormi, macchine da stampa lunghe oltre  20 metri , bobine e cartoni ordinati e impilati fino al tetto, uomini laboriosi e attentissimi a seguire i processi, un sistema informativo, che arriva a seguire le singole lavorazioni a bordo macchina e sopratutto, la presenza vigile e costante, della proprietà, che garantisce il rispetto degli impegni presi con i clienti.

La velocità e l’urgenza, ormai sono divenuti lo standard richiesto dal mercato, e Cartonpack è riuscita a soddisfare queste richieste, nonostante proponga soluzioni personalizzate.

IMG_2747_2

IMG_2748_2L’attenzione ai clienti premia sempre e Cartonpack mette al primo posto i clienti, dando seguito alle richieste che arrivano, senza perdere neanche un secondo, senza passare neanche dal centralino.

Il primo che risponde al telefono deve essere in grado di prendere in carico la richiesta.

Velocità si, ma anche precisione, uomini esperti, gente attenta e precisa che non sbaglia mai un colpo.

La percentuale di resi e contestazioni è davvero molto bassa.

Insomma una cattedrale del packaging a tutti gli effetti, un azienda che in assoluta discrezione e sobrietà continua a fare la parte del leone*.

*Non credo sia un caso che i fondatori portano il cognome: Leone.

One thought on “Come fai a parlare di Logistica senza pensare ai colli?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.