Ostuni: da “porta del Salento” a “via della Logistica”

Conosci Ostuni?

Non ci sei mai stato?

 

Non puoi perderti la famosa “Città Bianca”, “porta del Salento”, e da oggi anche “via della Logistica”….

ostuni

“Ma che dico?”

“Fare Logistica ad Ostuni è da folli, non c’è mercato; intorno ad Ostuni, le strade sono dei “tratturi” e poi salite, discese, c’è da farsi male solo camminando a piedi, hai sentito cosa è accaduto non più di un mese fa? Piogge torrenziali, fiumi di terra fino al mare hanno fatto crollare muri, e travolto tutto ?”

Adoro Ostuni e se mi conosci bene, sai che ci vado spesso; ma non sono cosi folle da pensare ad Ostuni come luogo per farne crocevia Logistico.

Ostuni però è la sede di una delle più importanti società Italiane di produzione di Scaffali e attrezzaggi per la Logistica e loro si che hanno voluto fare un’impresa folle.

Hanno deciso di promuovere un evento denominato “Logistica in Movimento” e si sa che a volte devi osare, devi farti dare del “folle” e devi dimostrare di che pasta sono fatti gli imprenditori.

Complimenti a Licio Tamborrino, seconda generazione imprenditoriale per Scaffsystem, che ha dimostrato che se una materia ti appassiona puoi fare sviluppo anche in un posto ritenuto poco idoneo allo scopo.

Si è rivelato un successo l’evento Logistica in movimento. Processi & sistemi per magazzini vincenti, organizzato dalla Scaff System S.r.l presso la propria sede lo scorso 7 Ottobre.

Oltre cinquanta aziende da tutta la Puglia e dei più svariati settori hanno partecipato al seminario tecnico.

Altre 4 aziende hanno collaborato all’evento (Infolog, Knapp, Toyota, Icam) e ognuno nella propria area di specializzazione hanno trasferito conoscenza e informazioni sulle soluzioni esistenti per permettere una valutazione completa e strategica del mondo della Logistica.

img_2528

Il nostro caro amico  Giuseppe Lovecchio, navigato conoscitore del mondo della Logistica, ha voluto lanciare diverse provocazioni ed ha fatto leva  sull’approccio che si tiene quando si parla di movimentazione. Si tende a valorizzare il bene da trattare in base al suo valore di mercato e non in base al suo peso specifico logistico inoltre si fanno delle valutazioni su base storica, mentre oggi è più opportuno fare analisi su base previsionale.

Insomma, il mondo corre molto in fretta e se la Logistica non è capace di andare alla stessa velocità, si rischia di finire fuori dal mercato.

Ecco perchè oggi più che mai è necessario avere una visione strategica dell’azienda e considerare la Logistica non alla fine del processo decisionale ma come punto di partenza, leva principale per la competizione e area di perenne attenzione da parte del management aziendale.

Come puoi fare tutto questo?

Lo puoi fare solo convertendo la tua azienda, da azienda che produce o che distribuisce ad azienda TECNOLOGICA che produce e/o distribuisce.

Devi fare entrare la tecnologia in azienda a tutti i livelli e devi avere sotto controllo i dettagli in tutte le fasi, dall’acquisizione di un nuovo cliente alla consegna del prodotto.

Vuoi fare un check-up gratuito della tua azienda, scirvi al nostro Gianni Cuscito

Vuoi continuare ad essere informato?

Iscriviti al BLOG.

[grwebform url=”https://app.getresponse.com/view_webform.js?u=PR2p&wid=5582402″ css=”on” center=”off” center_margin=”200″/]

One thought on “Ostuni: da “porta del Salento” a “via della Logistica”

  1. Questi eventi servono a rivitalizzare l’interesse e la volontà di andare oltre lo scontato. Speriamo bene .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.