FOOD MANAGEMENT SCHOOL da non perdere!

Questo appuntamento con FOOD MANAGEMENT SCHOOL è davvero IMPERDIBILE.

Per progettare, produrre, stoccare e vendere un prodotto alimentare, non basta conoscerne clienti e mercati. Serve una visione sistemica degli scenari in cui esso viaggerà e investire nello sviluppo costante di opportune competenze. Per affermarsi, un prodotto necessita di una propria identità, di una sua estetica e di una vera forza attrattiva, che risponda a regole e prassi sempre più stringenti. La produzione, fatta di procedure formalizzate e condivise, dovrà, sempre più spesso, contemplare la presenza di robot che interagiscono e collaborano con le persone. Serve, dunque, un software in grado di orchestrare tutto questo e un metodo per presidiare la gestione dell’intero ciclo di vita.

FOOD MANAGEMENT SCHOOL
“GESTIONE DELLA PRODUZIONE NELLE INDUSTRIE ALIMENTARI “

Mercoledì 21 Marzo 2018 – dalle 15,00 alle 18,00

C/O CENTRO FUTURA, PARCO 2 GIUGNO
(INGRESSO VIA DELLA RESISTENZA) BARI

intervengono:

Matteo Milanese
Tecnologo Alimentare
LE NORMATIVE CHE REGOLANO I PROCESSI PRODUTTIVI
Discuteremo di normative cogenti e volontarie per la gestione della qualità e della sicurezza igienico-sanitaria dei processi produttivi e dei prodotti.

Sara Costantini
Delegazione ADI (Associazione per il Disegno Industriale) Puglia e Basilicata
FOOD DESIGN
Come cambiano i paradigmi nella “progettazione” di un prodotto alimentare in relazione ai nuovi modelli distributivi.

Luigi Maldera
MBL Solutions
LA ROBOTICA COLLABORATIVA PER IMPRESA 4.0
Quale sarà il ruolo dei robot collaborativi nei processi di produzione di alimenti? Come interagiranno con i “colleghi umani”? Quali caratteristiche devono possedere per manipolare alimenti?

Giuseppe Lacavalla – Il Pastaio Maffei
Giovanni IannottaSud Sistemi Srl
LA LOGISTICA DEL FRESCO: IL CASO “IL PASTAIO MAFFEI”
Quali sono le problematiche che un’azienda leader nel settore della pasta fresca incontra nella gestione della produzione, stoccaggio e distribuzione dei propri prodotti? Come affrontare le sfide di innovazione continua? Racconteremo come “Il Pastaio Maffei” sta gestendo il suo progetto di cambiamento e quali soluzioni ha messo in campo.

 

ISCRIVITI DA QUI

No Comments

Categories: BLOG di LOGISTICA

La Logistica 4.0, tra speranze e realtà.

Stai guardando avanti? Pensi che siano tutte invenzioni inutili? Forse hai ragione! E se fosse tutto vero?

Se qualche anno fa ti avessero prospettato la possibilità di muovere le merci con automezzi alimentati a LNG, dopo aver sorriso ironicamente al tuo interlocutore, avresti affermato e confermato l’impossibilità di mettere in pratica una tale soluzione.

E’ passato qualche anno e quella prospettiva si è trasformata in realtà,  seppur con le note problematiche, seppur in maniera limitata, ma il camion a metano è un qualcosa con il quale un po’ tutti si stanno confrontando.

Adesso è la volta del camion elettrico, il visionario fondatore della Casa Automobilistica Tesla, Elon Musk, qualche mese fa ha presentato la sua ultima creatura, futuristica all’estremo, il Tesla Semi, un prototipo di camion elettrico, capace di raggiungere i 100 km/h.  In poco più di 5 secondi nel caso di accelerazione del solo “trattore stradale” e in circa 20 secondi nel caso di autoarticolato completo a pieno carico (44 ton), con una elettronica da far invidia ad uno shuttle spaziale, con ridotti costi di manutenzione (in virtù della limitata meccanica applicata) e con consumi inferiori ad un terzo, in termini di costi, rispetto ai tradizionali camion a gasolio.

A tutto questo c’è da aggiungere che il costruttore dichiara un’autonomia variabile dell’automezzo, a seconda delle condizioni (peso, strada, ecc), che va dai 500 agli 800 chilometri. Non meno importante risultano essere le novità relative alla sicurezza di chi andrà a guidare questi automezzi, è prevista infatti la presenza di un pilota automatico, che avvertendo eventualmente un malore dell’autista, fa accostare autonomamente il camion, tenendo conto della posizione e della strada in cui si trova in quel dato momento.

Il prototipo dovrebbe essere realtà commerciale per il 2019, negli USA.

Se tutto fosse confermato nelle modalità e nelle tempistiche ci troveremo di fronte ad un capolavoro dell’ingegno umano, ad una rivoluzione green e hi-tech senza precedenti.

Generalmente sono abituato ad approcciarmi verso tutte le novità in maniera razionale e scientifica, cercando di capire i pro e i contro e la reale fattibilità. Nel caso specifico sembrerebbe che non tutte le promesse di Mr. Musk, almeno nelle tempistiche, siano di facile realizzazione; il 2019 è un traguardo molto ambizioso che richiede uno sviluppo importante in troppo breve tempo. Detto questo è anche vero che la strada è segnata, nel senso che gli automezzi elettrici, anche commerciali, in un futuro prossimo saranno la realtà; certo bisognerà vedere come e in quali condizioni sarà possibile utilizzarli (su quali tratte e aree geografiche, con quale quantità di peso, in che condizioni meteo, ecc.) e che capacità di diffusione della rete distributiva di rifornimento ci sarà. Un po’ le stesse problematiche che hanno caratterizzato e caratterizzano tutt’ora la diffusione degli automezzi commerciali LNG, che al pari degli automezzi elettrici erano partiti tra la diffidenza generale, ma che pian piano si stanno affermando sul mercato anche grazie  a scelte politiche che ne incentivano l’acquisto.

Questo ragionamento mi porta ad affermare che anche per l’elettrico, con un po’ di tempo, ci sarà un riconoscimento dal mercato, allorquando le Case Costruttrici, Tesla in testa, proporranno un prodotto efficiente e performante.

Siamo oramai nell’era dell’Industria 4.0 e la tecnologia applicata all’impresa non è più un valore aggiunto, ma una regola generale, dove chi fa impresa deve avere una visione tale da orientare le proprie attività e le proprie scelte verso beni e strumenti sempre più sofisticati e comfortevoli, in grado di migliorare le performance e la sicurezza di chi li utilizza. E l’utilizzo di un camion come quello descritto va proprio in questa direzione.

Ma non c’è solo il camion elettrico nella logistica del futuro.

Nella Logistica 4.0, quella del futuro, c’è il camion a LNG, il drone che consegna in campagna e nelle località disagiate in generale, i corrieri che utilizzano le bici con pedalata assistita per consegnare in centro città; c’è l’utilizzo dei dati e la gestione dell’informazione in tempo reale ancor prima della consegna; insomma c’è tutto ciò che fa innovazione con lo scopo di migliorare le proprie perfomance ma contestualmente ridurre i costi, nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza.

Per concludere i principi cardine che dovranno guidare i logistici del futuro sono: innovazione, tecnologia, ambiente, sicurezza; presupposti che tutti sostengono di perseguire, ma solo chi lo farà davvero potrà definirsi logistico 4.0.

Gianpiero Cozza

Direttore Commerciale

SACOM srl

Incentivi per il mondo dell’autotrasporto.

Lo sapevi che nella G.U. n. 178 del 1.08.2017 sono stati pubblicati i decreti e le modalità di erogazione delle risorse per gli ninvestimenti a favore delle imprese di autotrasporto?

Per cosa puoi usarli?

Per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicoli, per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale e per favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore.

Insomma c’è tutto quello che serve per rinnovare e innovare  il parco macchine della tua impresa. Read More

Registrazione integrale dell’intervento a Food Management School

Registrazione integrale (errori e orrori compresi) dell’intervento di Gianni Cuscito all’evento Food Management School.

Si parla di tecnologie per la tracciabilità.

“La logistica si usa,… . per vincere le competizioni.”

Non mancare alle prossime date di Food Management School

21 Febbraio 2018 DYNAMIC LABELING PER IL FOOD

21 Marzo 2018 GESTIONE DELLA PRODUZIONE NELLE INDUSTRIE ALIMENTARI
18 Aprile 2018 SOLUZIONI PER LE VENDITE B2B
20 Giugno 2018 CONTRATTI CON LA GDO

Blockchain in Logistica: Tracciabilità a prova di trasparenza e fiducia.

La digitalizzazione sta trasformando drasticamente il panorama della supply chain. Blockchain è una delle tendenze tecnologiche da guardare con attenzione  in quanto è probabile che cambi il nostro modo di fare business.

IBM sostiene anche la Blockchain sia un tema di processo e non solo di tecnologia.

Qual è il valore aggiunto che può apportare? Come si applica alla logistica e come è possibile rimodellare il futuro di questo settore? Read More

Food Management School riparte il 24 Gennaio

Fare impresa nel settore alimentare mette gli imprenditori di fronte al bisogno di aggiornarsi costantemente, di stare attenti agli adempimenti e di doversi dotare degli adeguati strumenti affinché tutto questo sia facilitato.

La Food Management School è un ciclo di workshop, in ambiente informale, pensato per sostenere gli imprenditori o i loro preziosi collaboratori, nella risoluzione di alcune specifiche problematiche di carattere meramente gestionale. Si tratta di una esperienza di crescita personale e professionale basata sul confronto e sul dialogo, con esperti e con colleghi di altre imprese.

Read More

Un manifesto viaggiante diventerà un negozio viaggiante.

Hai mai visto un manifesto viaggiante?

Certo che si.

Adesso che si appresta la compagna elettorale, vedrai tanti buffi camioncini allestiti con il supporto per far notare il promettente candidato di turno.

Hai mai pensato a cosa potrebbe succedere se sullo stesso mezzo su cui viaggia il manifesto, si potesse fare acquisti al volo? Come cambierebbe la Logistica? Si può realizzare un  negozio viaggiante?

Toyota, ci ha pensato non poco e ha deciso di iniziare a sperimentare questo nuovo concetto Logistico.

Read More

Esito del Salone Solutrans

SOLUTRANS, il salone delle soluzioni per il trasporto su strada e urbano, che si è svolto dal 21 al 25 novembre 2017 a Lione, ha registrato un aumento record dei suoi visitatori. Il salone ha ricevuto 48.240 visite, ossia un aumento del 34 % rispetto al 2015. Il numero di aziende rappresentate dai visitatori è aumentato quest’anno del 20 %.

Read More

No Comments

Categories: BLOG di LOGISTICA

Tags:

C’è l’incentivo e allora via, tutti a comprare… ma cosa comprare?

C’è l’incentivo e allora via, tutti a comprare… ma cosa comprare?

Lo sai anche tu che ci sono mille incentivi per il mondo delle imprese e che non ci sono stati tanti fondi a disposizione come in questo ultimo periodo.

Non c’è bisogno di essere esperti di finanza agevolata per capire che in un modo e nell’altro conviene fare investimenti in azienda inserendo automazione, e digitalizzazione nei processi di produzione e di logistica.

Lo sai anche tu che tra i beni ammessi al  beneficio di Fabbrica 4.0 ricadono  anche software e sistemi IT.

Read More